Ciak Si Gira - Agenzia Viaggi - Rimini
viaggiviaggiVacanzeVacanzesposisposiContattiContatti
Ciak Si Gira - Agenzia Viaggi - Rimini

CIAK SI GIRA VIAGGI
Piazzale Caduti di Cefalonia, 15/A · Rimini
Tel. +39 054156084
info@ciaksigiraviaggi.com
www.ciaksigiraviaggi.com

SULLA VIA DELLA SETA


Un viaggio fra i mitici luoghi del passato.


A partire da € 3040

Un viaggio che ripercorre luoghi mitici legati a leggendarie figure del passato: da Tamerlano a Alessandro Magno, per visitare le superbe dell’antica Nisa e di Merv, perdersi nell’incanto dei minareti di Bukhara e Khiva e passeggiare nelle antiche vie della favolosa Samarcanda.  L’Uzbekistan, situato nell’antica culla formata dei fiumi Amu-Darya e Syr-Darya, è il paese più ricco di storia tra le tutte le repubbliche dell’Asia Centrale. Ospita alcune tra le città più antiche del mondo, molti dei principali centri sulla Via della Seta e la maggio parte delle bellezze architettoniche di questa regione. Samarcanda, la capitale del colto impero di Timur (Tamerlano), Bukhara e Khiva sono veri e propri musei all’aperto. I  quattro quinti del paesaggio sono occupati da un deserto inospitale chiamato Karakum simile alla superficie lunare e che nasconde giacimenti di petrolio ancora non del tutto sfruttati. La popolazione, i Turkmeni, è sparsa in tutto il territorio ed era nomade fino a due o tre generazioni fa. Il viaggio richiede un ottimo spirito di adattamento, per i lunghi tragitti su strade spesso non in ottime condizioni e il cibo monotono.

Partenze individuali, minimo 4 persone


1° GIORNO: ROMA O MILANO – TASHKENT
Partenza  da Roma o Milano.
All’arrivo trasferimento in hotel con assistente locale. Pernottamento.
2° GIORNO: TASHKENT – URGENCH
Prima colazione in hotel. Partenza con volo per Urgench. Arrivo e trasferimento in hotel per un breve riposo. Partenza in pullman per la visita di Khiva, la più antica e meglio conservata cittadina sulla “via della seta”, inserita dal 1991 nella lista dell’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Si visiteranno: la madrasa Mohammed Amin Khan, il minareto Kelte minor, l’antica fortezza Kunya, il mausoleo di Pakhlavan Mahmud, eroe e patrono di Khiva.  La madrasa Islam Khoja, la moschea di Juma, interessante per le sue 213 colonne di legno alte 3,15 m., in stile arabo. Pranzo. Proseguimento delle visite con la Casa di Pietra (ToshHowli), la Madrasa Allah Kuli Khan, il bazar e il caravanserraglio. Rientro a Urgench. Cena e pernottamento in hotel.
3° GIORNO: URGENCH – KUNYA URGENCH - ASHGABAT
Prima colazione in hotel. Partenza in pullman per Kounya Urgench (Turkmenistan) via Tashauz (160 Km). Arrivati in frontiera, disbrigo delle procedure per l’ottenimento del visto turkmeno. Arrivo a Kounya Urgench, antica capitale dell’Impero Khorzem, che nel 1221 fu distrutta dalle orde dei mongoli. Visita del  Mausoleo di TurabekKhanum e del Minareto Kutlug Timur, il più alto minareto dell’Asia Centrale (62 metri). Inoltre, si visiterà il Mausoleo del Sultano Tekkesh (1200) e la Collina di FortyMul-lah. Il Minareto Mamun II, il caravanserraglio TashKala, la fortezza Ak Kala, un primitivo esempio di cosa accadeva alla fortezza che si opponeva alla macchina da guerra Mongola. Il Mausoleo NajmeddinKubra (1321-1333) il luogo sacro del posto e il Mausoleo del Sultano Ali (1580): Khorezmshah Sultan Ali fu il regnante di Gurganj quando Jenkinson visitò la città nel XVI secolo. Pranzo. Trasferimento in pullman all’aeroporto di Tashauz e partenza con volo interno per Ashgabat. All’arrivo, trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.
4° GIORNO: ASHGABAT
Pensione completa.  Al mattino visita della città. Ashgabat, capitale del Turkmenistan la “Città dell’amore” (dall’arabo ashk “amare”), è la più grande città del paese situata tra il deserto del Karakum e le pendici della catena montuosa Kopet Dag nell'oasi di Akhal Tekin. Visita del Museo Storico contenente una collezione di manufatti provenienti da Nisa e del Museo del Tappeto. Pranzo. Nel pomeriggio si visiteranno le rovine di Nisa a 20 chilometri dalla città. Nisa fu l’antica capitale dei Parti (dal III secolo a.C. al III secolo d.C), popolazione nomade che respinse i soldati di Alessandro Magno dando vita ad un impero che si spinse sino ai fiumi Eufrate e Indo. L’area è molto vasta e vi si trovano rovine di palazzi reali, templi, tombe, mura difensive. Rientro ad Ashgabat. Cena e pernottamento in albergo.
5° GIORNO: ASHGABAT - MARY: ESCURSIONE A MERV                                                   
Prima colazione in hotel. Trasferimento i aeroporto e volo per Mary, città sviluppatasi a ridosso del sito archeologico di Merv, è la terza città del Turkmenistan. Visita delle rovine di Merv, una delle più fiorenti città carovaniere del centro Asia, lungo la Via della Seta, centro culturale e di scienza tra i più importanti dell’epoca, fu anch’essa distrutta dai mongoli nel 1221. Visita al Mausoleo del Sultano Sanjar, al Palazzo Shakhriyar (IX-XII sec.), al Mausoleo di Mukhammed-Ibn- Zade (XII sec.) Pranzo. Nel pomeriggio, visita al Museo della Storia di Merv. Rientro a Mary: cena e pernottamento in albergo.
6° GIORNO: MARY - BUKHARA                                                                                                                          
Prima colazione in hotel. Lungo trasferimento per raggiungere la frontiera con l’Uzbekistan a Farab (250 Km). Pranzo. Dopo il disbrigo delle formalità di frontiera, proseguimento per Bukhara (110Km). Arrivo, trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
7° GIORNO: BUKHARA                                                                       
Prima colazione in hotel. Bukhara è stata per secoli una delle più importanti città della Transoxiana islamica, sita a oriente del Khorasan, nel deserto del Kyzyl Kum (il Deserto Rosso). Durante l'invasione mongola, fu distrutta da Genghis Khan e cadde poi sotto l'influenza di Tamerlano. Grazie alla sua posizione strategica sulla Via della Seta vide svilupparsi considerevolmente la sua economia e diventò un importante centro religioso dell'Asia: si costruirono numerose moschee e madrase testimonianza ancora oggi uno splendido passato. Giornata dedicata alla visita della città, si potranno vedere: il complesso Poi- Kalon, la piazza separa la madrasa Mir-I-Arab e la moschea KalomJummi. Visita del minareto Kalon (in Taijk: grande), dei tre bazar coperti: TaqiZargaron, TaqiTelpakFurushon e TaqiSarrafon, la moschea Magok-I-Atori, dove si potranno ammirare nello stesso spazio: i resti di un monastero buddista, di un tempio e di una moschea, la madrasa Nadir Divanbegi, costruita nel 1630, la madrasa Kukeldash, una delle più grandi scuole islamiche dell’Asia Centrale. Pranzo in ristorante. Proseguimento delle visite con la fortezza Ark, una città nella città, antica quanto Bukhara, casa dei governanti di Bukhara per un millennio, la moschea Bolo Hauz, il mausoleo IsmoilSamani, costruito nel 905 è una delle più eleganti costruzioni di tutta l’Asia Centrale. Cena e pernottamento in albergo.
8° GIORNO: BUKHARA – SHAKHRISABZ - SAMARCANDA                                    
Prima colazione in hotel. Partenza in pullman per Shakhrisabz (300 km), città natale di Tamerlano, che qui vi fece costruire grandiosi palazzi tanto che un tempo la fama di Shakhrisabz arrivò ad oscurare quella di Samarcanda. Arrivo e pranzo in ristorante. Visita delle rovine del Palazzo Ak Saray (il Palazzo Bianco) risalente al 1380 di cui oggi, a ricordarci della sua grandiosità, rimangono alcuni frammenti dell’entrata ricoperti di mosaici policromi, le due torri alte 50 metri e l’arco d’ingresso di 22 metri; a segure si visitano il Mausoleo di Jehangir e la Moschea di Kok Gumbaz, ovvero la moschea del venerdì della città, di cui rimangono la facciata principale e la sala quadrata con una cupola di 12 metri. Proseguimento per Samarcanda (170 Km). Arrivo e sistemazione, cena e pernottamento in albergo.
9° GIORNO: SAMARCANDA
Prima colazione in hotel. Samarcanda è la terza città per dimensioni dell’Uzbekistan; è una delle più antiche città del mondo e fu anche la città più ricca dell’Asia Centrale per la sua posizione al centro della Via della Seta. Per la maggior parte della sua storia, Samarcanda fece parte dell'Impero persiano,  divenendo poi splendida città principale della Tranxoxiana, sotto Tamerlano e capitale del Paese per 40 anni sotto Ulugh Beg. Giornata dedicata alla visita della città: il Gur Emir (in tajik: tomba dell’emiro), mausoleo dedicato a Timur e ai suoi discendenti (XV sec.), la piazza Registan, la moschea Khanym (XV sec.) e il mercato Siab, la necropoli dei regnanti e dei nobili di Samarkanda, ShakhiZinda (il re vivente), l’osservatorio Ulugbek (1420), si potranno ammirare i resti di un grande astrolabio per l’osservazione della posizione delle stelle, e le rovine Afrasiab con il museo. Pranzo in ristorante e degustazione di vini locali. Cena e pernottamento in hotel.
10° GIORNO: SAMARCANDA - TASHKENT
Prima colazione in hotel. Partenza in pullman per Tashkent (300 km), capitale economica e culturale del Paese, città dalle origini molto antiche e tuttavia con un aspetto prevalentemente moderno poiché fu quasi completamente ricostruita dopo un terribile terremoto nel 1966. All’arrivo pranzo in ristorante. Visita della città vecchia: la madrasa Kukeldash, Khast Imam, la madrasa santa, la moschea TillyaSheyks e il mausoleo Kafal Shashi, la Barak Khan, fondata nel XVI sec. da un discendente di Tamerlano, la moschea Tillya Sheykh, il mausoleo Kafal Shashi, tomba del poeta e filosofo dell’islam che visse dal 904 al 979, il bazaar Chorsu. Proseguimento con la visita della Tashkent moderna: la piazza Amir Temur, la piazza della Indipendenza, il teatro Alisher Navoi, completato nel 1947 dai prigionieri giapponesi, il museo delle Arti applicate ed infine visita di alcune fermate della metro. Cena di arrivederci in ristorante. Pernottamento in hotel.
11° GIORNO: TASHKENT – ROMA O MILANO
Rientro in Italia. Fine dei servizi.

LA QUOTA COMPRENDE
Voli di linea Italia – Tashkent - Italia in classe economica; Voli interni in classe economica; Hotel menzionati, o se non disponibili, altri della stessa categoria su base camera doppia standard; Trasferimenti da e per gli aeroporti con auto privata e assistenza in italiano in Uzbekistan e in inglese in Turkmenistan; Trattamento di pensione completa; Guida locale parlante italiano in Uzbekistan e in inglese in Turkmenistan; Visite ed ingressi ai siti menzionati. Degustazione di vini locali a Samarcanda; Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia; L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio.
LA QUOTA NON COMPRENDE
 Tasse aeroportuali; Le bevande ai pasti, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio; Le tasse per macchine fotografiche; Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce "la quota comprende”; Il visto per l’Uzbekistan ed il visto per il Turkmenistan; La quota di iscrizione pari a € 85.

 
Torna alla lista Richiedi Preventivo